Negozio di Industrial Trade Suisse sagl

Risultati da 1 a 15 di 21 annunci
Ordina per
  • hotMAGAZZINO PALLET AUTOMATICO 15000 POSTI

    VENDO MAGAZZINO AUTOMATICO DOPPIAPROFONDITÀ AUTOMHA ALTEZZA DA TERRA 21,443 MT LARGHEZZA UTILE TRASLO 1675 PASSO CAMPATA 2826 MM ALTEZZA DA TERRA PRIMO PIANO 967 MM ALTEZZA DA TERRA ULTIMO LIVELLO 19459 MM LUNGHEZZA MAGAZZINO 96 MT LARGHEZZA 27,7 14400 POSTI PALLET 4 TRASLO TEMPO CICLO MEDIO PER OGNI TRASLO 28 CICLI ORA LA SCAFFALATURA É STATA FORNITA DA MODULBLOCK IL MAGAZZINO VIENE CLASSIFICATO COME MACCHINARIO (MAGAZZINO AUTOMATICO PER PALLET USATO) E QUINDI COME VANO TECNICO E NON INCIDE SUL VOLUME DELL'IMMOBILE LA STRUTTURA DEL CAPANNONE IN ACCIAIO Ü COMPRESA NELLA FORNITURA DEL MAGAZZINO AUTOMATICO PER PALLET USATO TOTALE 112 CICLI ORA TEMPO CICLO MEDIO COMPLETO DI BAIE DI CARICO E BAIE DI SCARICO


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 65 visite
  • hotCARROPONTE USATO 25 / 10 TON IIE

    VENDO CARROPONTE USATO 25 / 10 TON IIE SCARTAMENTO 18870 mm portata 25 ton argano principale con velocità di sollevamento di 5,5 metri al minuto questo carroponte usato è per uso intensivo


    treviso - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 212 visite
  • hotCARROPONTE USATO 40 / 5 TON SCARTAMENTO 18,87 MT

    CARROPONTE USATO VINATI PORTATA 40 /5 TON ARGANO 40 TON VELOCITÀ SOLLEVAMENTO 3,5 MT MINUTO PARANCO 5 TON VELOCITÀ SOLLEVAMENTO 5 MT MIN SCARTAMENTO 18,87 MT


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 158 visite
  • hotCarroponte usato almici 10 ton 18,87 mt

    Vendo carroponte usato ALMICI portata 10 ton scartamento 18,87 mt passo ruote ponte 3,4 mt scartamento carrello 1,5 mt velocità sollevamento 5,5 mt/min argano macchina per uso intenso


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 112 visite
  • hotPROFILATRICE USATA PER LAMIERE GRECATE COLLABORANTI

    vendo linea di profilatura per lamiere collaboranti come nuova completa di tutto con tre treni di profilatura riesce a produrre 7 profili diversi peso coil in entrata 15000 kg larghezza coil max 1500 mm spessore massimo 1,5 mm


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 121 visite
  • hotLinea tubo saldato usata 16"

    Tubificio tubi in accio saldati da 16 pollici Vendo profila per tubo in ferro saldato da 406 mm TUBIFICIO 16” DESCRIZIONE TECNICA CARATTERISTICHE DEL MATERIALE IN INGRESSO Materiale Nastri in acciaio al carbonio nero e decapato $235 — S355 Caratteristiche tecnologiche Carico di rottura max 510 N/mm Carico di snervamento max 355 N/mm Caratteristiche del nastro Larghezza min 690 , max 1300 mm Spessore min 3, max 8 mm Rotoli Peso 27 tons Diametro interno min 508 , max 810 mm Diametro esterno min 900 , 2100 mm CARATTERISTICHE DEL MATERIALE IN USCITA Tubi tondi O diametro 219 23 244.6-253.5 273 285 305-317 323.9 355.6-381 406.4 413 mm Tubi quadri 200x200 220x220 250x250 260x260 300x300 325x325 mm Tubi rettangolari 200x150 250x100 220x140 250x150 300x100 260x140 300x150 250x200 300x200 350x150-300x220-400x200 350x250-400x250 mm Tipologia dei pacchi tondo-quadrato-rettangolare Lunghezza 4500-12000 mm Finitura Scordonatura interna Scordonatura esterna Smussatura delle estremità Soffiatura Controlli non distruttivi Elotest nella zona di saldatura Tolleranze sulla lunghezza +/5 mm Velocità sezione entrata 120 m/1° Velocità di saldatura max 35 m/1° Velocita linea 14 mt con sp. ≥ 0.6 mm Velocita linea 20 mt con sp ≤ 0.5 mm DESCRIZIONE DELL’IMPIANTO SEZIONE DI ENTRATA 3 Selle di deposito rotoli Aspi svolgitori a mandrini contrapposti Premirotolo motorizzato Tavola aprirotolo Pinch roll + raddrizzatrice Centratore Cesoia intestatrice con cassone sfridi Saldatrice MIG con cesoia incorporata Rullo deflettore SEZIONE DI PROCESSO Accumulatore composto da loop car trainato da argano di tiro e 14 bracci di supporto nastro Briglia a due rulli completa di snubber roll Centratore a rulli verticali. Capacità di accumulo 90 mt SEZIONE PI FORMATURA E’ composta da: n° 2 brake down di formatura intercalati da n° 6 formatori verticali di finitura SEZIONE DPI SALDATURA Testa di saldatura a quatro rulli Impianto saldante TAR a contatti da 450 kW a 400 KHz. Scordonatore esterno ed interno SEZIONE DI RAFFREDDAMENTO In aria libera con spazio per gli induttori di normalizzazione del cordone di saldatura Supporti tubo Ugelli di spruzzatura per raffreddamento con emulsione SEZIONE DI CALIBRATURA n° 3 gabbie di calibratura motorizzate a quattro rulli a cambio rapido con sistemi di bloccaggio n° 2 teste di turco e raddrizza barre Elotest per il controllo della zona di saldatura, completo di sistema di calibrazione fuori linea SEZIONE DI TAGLIO Taglio volante a fresa veloce dotato di morse e sistema di supporto tubo , completo di cabina silente. SEZIONE DI SCARICO Via a rulli motorizzata Ceste di scarico scarti Dispositivo di alimentazione per pacchi di tubo da intestare


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 60 visite
  • hotSLITTER 1550 X 6 MM PER COLIS LAMIERA

    VENDO SLITTER USATO LINEA DI TAGLIO TAVOLA 1550 X 6 MM LARGHEZZA MASSIMA ROTOLO IN ENTRATA 1550 LARGHEZZA MASSIMA ROTOLO IN USCITA 1550 DIAMETRO COILS IN INGRESSO 510/650/760 SPESSORE MINIMO 2 MM SPESSORE MASSIMO 6 MM VELOCITÀ FINO A 150 MT/MIN DIAMETRO MASSIMO COIL INGRESSO 2000 MM DIAMETRO MASSIMO COIL IN USCITA 2000 MM PESSO MASSIMO COIL 35 TON LO SLITTER USATO 1150 X 6 MM USATO CHE PROPONIAMO È UNA LINEA DI TAGLIO CHE SERVE A TAGLIARE IL NASTRO COLI DI LAMIERA IN SENSO LONGITUDINALE OTTENENDO COSÌ DEI COIL DI MINORE LARGHEZZA


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 131 visite
  • hotSLITTER 1550 X 3 PER COLIS LAMIERA

    VENDO SLITTER USATO LINEA DI TAGLIO TAVOLA 1550 X 3 MM LARGHEZZA MASSIMA ROTOLO IN ENTRATA 1550 LARGHEZZA MASSIMA ROTOLO IN USCITA 1550 DIAMETRO COILS IN INGRESSO 510/650/760 SPESSORE MINIMO 1 MM SPESSORE MASSIMO 3,5 MM VELOCITÀ FINO A 150 MT/MIN DIAMETRO MASSIMO COIL INGRESSO 2000 MM DIAMETRO MASSIMO COIL IN USCITA 2000 MM PESSO MASSIMO COIL 35 TON LO SLITTER USATO 1150 X 3,5 MM USATO CHE PROPONIAMO È UNA LINEA DI TAGLIO CHE SERVE A TAGLIARE IL NASTRO COLI DI LAMIERA IN SENSO LONGITUDINALE OTTENENDO COSÌ DEI COIL DI MINORE LARGHEZZA


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 118 visite
  • hotSLITTER USATO 600 X 2 X 3 X 4 GUIDA USATO

    SLITTER USATO PER COILS LAMIERA con imballo e reggettatrice automatico Disponiamo di 6 slitter guida 600 x 2 1 slitter guida 600 x 3 1 slitter guida 600 x 4 tavola 600 mm spessore minimo 0,3 mm spessore massimo 2/3/4 mm velocità massima 240 mt/min diametro interno coil 508 mm diametro max esterno 1400 mm diametro lame 214/262 mm PLC siemens La linea di produzione SLITTER “Cesoia GUIDA ” è un impianto in grado di effettuare il sezionamento longitudinale di lamiera metallica in rotoli (coils) per ottenere due o più rotoli a partire dal coil originale. La linea di taglio può essere suddivisa nei seguenti gruppi principali che, fatta eccezione per il baluccatore, seguono l’ordine di avanzamento in linea del materiale lavorato. GRUPPO ASPO SVOLGITORE: sede alloggiamento coils, culla di carico coils, aspo svolgitore, rullo preminastro GRUPPO BRIGLIA DI TESTA/TAGLIO: tavola mobile portanastro, cesoia a ghigliottina su supporto scorrevole, distributore olio protettivo, pinch-roll, guida- nastro, cesoia a lame circolari GRUPPO ANSA/BRIGLIA DI CODA: tavola sfrido, rullo premibava, tavole coprifossa, fossa ansa, rullo ballerino, rullo separatore, pressa-feltro, pinch-roll, cesoia a ghigliottina GRUPPO BALUCCATORE: pinch-roll, cesoia a ghigliottina, tavola imbocco, baluccatore (avvogisfrido), contenitore bobine sfrido GRUPPO ASPO AVVOLGITORE: tavola imbocco, aspo avvolgitore, braccio separatore, premicode, espulsore nastri GRUPPO GIOSTRA: giostra di scarico GRUPPO ASPO SVOLGITORE: costituisce la testa della linea ed è formato dalle componenti che movimentano e supportano il coil da lavorare.
Dopo che l’addetto alla conduzione della gru a ponte ha posizionato il coil sulle apposite selle presenti in corrispondenza della fossa di carico, l’operatore comanda la traslazione del coil fino al raggiungimento dell’aspo svolgitore. Il coil è successivamente sollevato fino a portarlo in corrispondenza dei supporti dell’aspo che vengono inseriti nella parte interna del rotolo. Una volta svincolato il rotolo dalle reggette metalliche, l’operatore aziona il rullo pressore per procedere con l’imbocco della testa del coil. GRUPPO BRIGLIA DI TESTA-TAGLIO: costituisce la seconda parte della linea ed ha la funzione di convogliare correttamente la lamiera all’utensile di taglio longitudinale, costituito da un doppio albero orizzontale dove sono montate le lame circolari
La testa del nastro in svolgimento viene inserita manualmente nel gruppo briglia fino all’intercettazione del sistema di avanzamento. Apposite guide regolabili hanno lo scopo di direzionare la lamiera nella posizione corretta preliminare all’operazione di taglio. A valle della cesoia a lame circolari lo sfrido viene imboccato verso la fossa di raccolta sottostante.
Tra l’aspo svolgitore e la briglia di testa è inserita una cesoia a ghigliottina avente la funzione di troncare la coda del rotolo nel caso in cui non siano soddisfatti i parametri di qualità richiesti. GRUPPO ANSA-BRIGLIA DI CODA: l’ansa costituisce l’elemento intermedio della linea e consente di creare una disgiunzione tra la testa e la coda dell’impianto; la briglia permette di posizionare le fette di nastro nella posizione corretta per l’avvolgimento.
Le fette di nastro, dopo aver attraversato la zona di formazione dell’ansa (fossa provvista di tavola mobile), raggiungono la briglia passando attraverso il rullo separatore, munito di appositi dischi aventi la funzione di separare le fette prima dell’a


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 1674 visite
  • hotSKINPASS USATO PER COILS ACCIAIO

    SKINPASS FINITURA LAMIERE COIL ACCIAIO USATO Larghezza minima e massima 290÷610mm
0,30÷4,0mm, limitatamente ai nastri con finitura RL Spessore minimo e massimo e per qualità di prodotto in DC04LC o similari lo spessore minimo è 0,60mm. La linea di laminazione unidirezionale Skinpass 2 è una macchina destinata a migliorare le caratteristiche superficiali del nastro dopo la fase di ricottura. Essa risulta costituita da due aspi (svolgitore ed avvolgitore) e da un gruppo di laminazione, definito dal termine “gabbia” di laminazione, dotato di una coppia di cilindri di skinpassatura (detti cilindri di lavoro). Il coil in svolgimento dall’aspo svolgitore attraversa il gruppo di laminazione per essere riavvolto sull’aspo avvolgitore. Le caratteristiche dei cilindri permettono di conferire al nastro la planarità, la rugosità e lo spessore voluti.
La laminazione consiste nel far passare il nastro laminato a freddo e ricotto tra due cilindri che agiscono con leggera pressione su di esso allo scopo di abbassarne il punto di snervamento in modo da conferirgli una buona stampabilità. Lo Skinpass 2 è costituito dalle seguenti quattro parti fondamentali:  STAZIONE DI CARICO NASTRI CON RIBALTATORE 
  STAZIONE DI ALIMENTAZIONE AD ASPO SVOLGITORE E CON DISPOSITIVO DI EVACUAZIONE E PRESSATURA DEGLI SCARTI; 
  STAZIONE DI LAMINAZIONE CON “GABBIA”;
STAZIONE DI EVACUAZIONE CON ASPO AVVOLGITORE E CON 
REGGETTATRICE AUTOMATICA.
La composizione della linea, suddivisa come sopra indicato, è descritta qui di seguito: 
STAZIONE CARICO NASTRI CON RIBALTATORE: la stazione di carico è dotata di un sistema mobile a pistoni detto ribaltatore.
L’operatore preleva i coils a magazzino con il carroponte dotato di gancio a pinza e lo posa sul ribaltatore (i coils sono posizionati ad asse verticale in quanto le operazioni di cottura condotte in forno prevedono specificamente questa posizione) da cui provvede a tagliare la reggetta a mezzo di attrezzatura manuale. 
Se la testa o la coda del nastro sono rovinati, l’operatore deve tagliare con una taglierina elettrica manuale la parte del nastro rovinata ed evacuarla in apposito cassone, prima di caricare il nastro in macchina. Le operazioni sono da eseguire obbligatoriamente nelle apposite zone predisposte intorno alla macchina secondo le indicazioni delle istruzioni operative vigenti in stabilimento. 
 Zona di carico con ribaltatore STAZIONE DI ALIMENTAZIONE AD ASPO SVOLGITORE CON DISPOSITIVO DI EVACUAZIONE E PRESSATURA DEGLI SCARTI: la stazione di alimentazione è dotata di una culla di carico del coil, dall’aspo svolgitore completo di mandrino espandibile e da un braccio meccanico in grado di ruotare attorno al proprio asse orizzontale di 180°.
Una volta caricato il nastro adeguatamente intestato, sul ribaltatore, l’operatore lo aziona in modo tale da portare il rotolo sul suo asse orizzontale, permettendo alla culla di carico di sollevarlo e trasportarlo fino al mandrino. A questo punto fa avanzare la culla fino ad infilare il mandrino nel foro centrale del coil e successivamente espande il mandrino dopo essersi assicurato di avere centrato il coil. Quindi ruota il mandrino per infilare la testa del nastro nel pinch-roll guida.
La testa del nastro viene successivamente spinta dal pinch-roll nel corpo macchina e fatta fuoriuscire dalla parte opposta dove l’operatore, dopo avere aperto il contro mandrino dell’aspo scarico, provvede a fissare la testa nell’apposita sede del mandrino stesso. Ora tutto è pronto


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 137 visite
  • hotSKINPASS PER LAMIERE COILS USATO

    Caratteristiche ammissibili del materiale in entrata Larghezza minima e massima 290÷720mm Spessore minimo e massimo 0,30÷3,0mm. Caratteristiche ammissibili del materiale in uscita La linea di produzione denominata “Skinpass 3“ è un impianto che consente la skinpassatura di nastri di acciaio al carbonio inossidabile feritici e austenitici che sono stati sottoposti a trattamento di ricristallizzazione. Tale processo ha lo scopo di rendere compatta, piana e lucida la superficie, migliorando le caratteristiche del materiale dal punto di vista delle successive operazioni di finitura superficiale. Passate eseguibili Caratt.ca applicazione carichi Controllo Planarità Possono essere eseguite più passate di linea per ottenere nastri con Caratteristiche Meccaniche speciali.
Lavora con regolazione automatica dello spessore, questo indica che è preferibile l’utilizzo in produzione dove la caratteristica di controllo dello spessore è importante, non adatta alla skinpassatura di prodotti a profondissimo stampaggio con acciai base tipo IF. L’impianto lavora con cilindri a bombatura variabile quindi caratteristiche dei prodotti di planarità curata sono preferibili rispetto allo SK2. Va richiesta indicando il codice PC sui programmi da parte programmazione. Data la costruzione e le velocità massime ottenibili su questa linea il controllo appare più limitato rispetto allo SK2. Caratteristiche ammissibili del materiale in entrata Allungamenti applicabili  Nastri con superficie RM 0,5÷8% 
  Nastri con superficie RL 0,5÷15% con acciai base con C 0,15% 
max 
  Nastri con superficie RL 0,5÷12% con acciai base con C 0,10% 
max + Microleg. 
  Nastri con superficie RL 0,5÷7% con acciai semiproc. al Silicio 
(tenore > 0,6%) 
  Nastri con superficie RL 0,5÷5% nastri zincati per tutte le 
qualità La linea di laminazione unidirezionale Skinpass 3 è una macchina destinata a migliorare le caratteristiche superficiali del nastro dopo la fase di ricottura. Essa risulta costituita da due aspi (svolgitore ed avvolgitore) e da un gruppo di laminazione, definito dal termine “gabbia” di laminazione, dotato di due coppie di cilindri di skinpassatura (sostegno e lavoro). Il coil in svolgimento dall’aspo svolgitore attraversa il gruppo di laminazione per essere riavvolto sull’aspo avvolgitore. Le caratteristiche dei cilindri permettono di conferire al nastro la planarità, la rugosità e lo spessore voluti.
La laminazione consiste nel far passare il nastro laminato a freddo e ricotto tra due cilindri che agiscono con leggera pressione su di esso allo scopo di abbassarne il punto di snervamento in modo da conferirgli una buona stampabilità. Lo Skinpass 3 è costituito dalle seguenti quattro parti fondamentali: STAZIONE CARICO NASTRI CON WALKING BEAM; STAZIONE DI ALIMENTAZIONE AD ASPO SVOLGITORE E CON DISPOSITIVO DI EVACUAZIONE E PRESSATURA DEGLI SCARTI; STAZIONE DI LAMINAZIONE CON “DOPPIA GABBIA” E BRIGLIE; STAZIONE DI EVACUAZIONE CON ASPO AVVOLGITORE E CON REGGETTATRICE AUTOMATICA. La composizione della linea, suddivisa come sopra indicato, è descritta qui di seguito: STAZIONE CARICO NASTRI CON WALKING BEAM: la stazione di carico è dotata di un sistema mobile a pistoni definito walking beam che garantisce un accumulo di materiale nella fase di alimentazione della linea in modo tale da rendere il ciclo continuo ed evitare tempi morti nella produzione. L’operatore preleva i coils a magazzino con il carroponte dotato di gancio a pinza e lo posa sul


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 689 visite
  • hotLAMINATOIO MINO COILS USATO TANDEM

    LAMINATOIO USATO IN CONTINUO TANDEM LAMINATOIO TANDEM MINO LAMINATOIO TANDEM Dati tecnici Modalità di funzionamento della linea Automatico /Manuale Spessore di laminazione [min - max] [0.6 – 3] mm Larghezza del coil [min - max] [1000 - 1500] mm Diametro esterno coil [max] 1600 mm Materiale da lavorare Acciaio laminato a caldo Carico di snervamento max. materiale 600 kg/mm2 Resistenza alla rottura 1000 N/mm2 Il Laminatoio Tandem è una linea produttiva espressamente dedicata al processo di laminazione di finitura a freddo di avvolgimenti (coil) di acciaio provenienti dal processo di laminazione a caldo. La linea di laminazione è controllata dagli operatori agendo sui comandi installati sugli opportuni pulpiti La linea è composta da due macro-sezioni connesse in serie: 1. Sezione di alimentazione;
Sezione di laminazione. Nella sezione di alimentazione i coil vengono anzitutto depositati tramite carroponte sulla apposita tavola di accumulo e traslazione (walking beam), traslano successivamente verso la culla di carico e si innestano sull'aspo svolgitore primario. Lo snubber posteriore viene abbassato e premuto contro il coil per controllare l’apertura dello stesso, dopodiché tramite il dispositivo taglia-regge, le regge di ritenzione sono tagliate via grazie al movimento di traslazione trasversale dell'aspo primario. Successivamente, viene abbassato il dispositivo sfogliatore superiore e, grazie all'azione congiunta dell'unghione e del rullo pressore oleodinamico, il nastro viene aperto; impiegando le ganasce di presa oleodinamiche il nastro viene catturato e guidato. Le ganasce traslano sui binari della struttura superiore grazie al cilindro oleodinamico, scorrono trascinando il nastro fino alla sezione di imbocco. Contemporaneamente la culla di carico sulla quale è posizionato il coil in apertura trasla verso la sezione di imbocco trasportando il coil fino all'aspo svolgitore secondario. L'aspo svolgitore secondario si innesta nel coil grazie al movimento di traslazione trasversale. Lo snubber posteriore trasla sulle guide lineari e preme sul rotolo per controllare il corretto svolgimento del nastro nella fase iniziale. Il nastro viene introdotto nel gruppo di raddrizzatura, il sollevamento e l'abbassamento vengono regolati in base alle caratteristiche del nastro. Il nastro procede verso il gruppo di intestatura dove vengono tagliate le teste e le code dei nastri, raccolte poi nel carrello estraibile verso la zona posteriore.
Il nastro procede verso la saldatrice, in cui la coda del nastro precedente viene connessa alla testa del nastro seguente per determinare un nastro continuo. Viene realizzata una prima elettrosaldatura in modalità automatica, dopodiché qualora fosse necessario viene effettuata manualmente una saldatura di rinforzo. A valle dell’operazione di saldatura il nastro viene imboccato nel macchinario denominato “floop”, composto principalmente da una rulliera a chiocciola, un cesto esterno, un cesto interno nei quali viene fatto avvolgere il nastro. Il nastro proveniente dalla stazione di saldatura viene caricato nel floop e accumulato nel cesto esterno; il cesto esterno alimenta il cesto interno cosicché il nastro in uscita dal floop va ad alimentare la sezione di laminazione. Il floop svolge essenzialmente la funzione di buffer tra la sezione di ingresso e quella di laminazione, analogamente a una fossa di sincronizzazione. La sezione di laminazione è posta in serie successivamen


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 663 visite
  • hotLAMINATOIO USATO LAMIERE COILS

    Il Laminatoio IV° 800 è costituito dalle seguenti macchine: Pos Descrizione 1  Culla di carico 
 2  Doppio aspo di pay-off e gruppo motore 
 3  Rullo superiore 
 4  T aglia regge automatica 
 5  Unghione aprirotolo 
 6  Rullo pinzatore (pinch-roll) 
 7  Gruppo di centratura e raddrizzatura 
 8  Aspo avvolgitore/svolgitore destro e gruppo motore 
 9  Culla di carico/scarico coil destra 
 10  T avola di sorpasso 
 11  Pressa a feltro 
 12  Cesoia trasversale 
 13  Misuratore RX 
 14  Gabbia di laminazione e gruppo motore 
 Automatico /Manuale da 0.25 mm a 6 mm da 480 mm a 785 mm 2100 mm Acciaio laminato a caldo 600 N/mm2 1000 N/mm2 15  Aspo avvolgitore sinistro 1 
 16  Culla di scarico coil sinistra 1 
 17  Centralina idraulica oleodinamica 1 
 18  Quadro elettrico 
 19  Pulpiti di comando linea 
 20  Pulpito di comando pompe 
 1 4 1 Manuale di Istruzioni Di Uso e Manutenzione - Laminatoio IV° 800 Layout Laminatoio IV° 800 Culla di scarico sx P05 Quadro elettrico Motore Aspo DX Aspo SX Motore Aspo SX Pressa P04 Cesoia Misuratore RX Gabbia di laminazione Motore Gabbia SX Motore Gabbia DX P03 Cesoia Misuratore RX Pressa Culla di scarico dx Aspo dx Gruppo spianatura Aspo pay-off Motore Aspo Pay- Off DX Culla di carico P02 P01 Motore Aspo pay off SX DESCRIZIONE DELLA LINEA Il processo di lavorazione risulta complesso e laborioso, considerando le variabili che impattano sul processo. La linea è automatica ma prevede una fase iniziale che si ripete ad ogni cambio di coil e di adattamento della macchina a tale cambiamento.
Viene descritto di seguito il processo di lavorazione, con le singole macchine utilizzate e vengono messe in evidenza i fattori di rischio e le operazioni cui si deve porre particolare attenzione. 2.2.1 Culla di carico coil. Il processo di lavorazione ha inizio con il carico del coil propriamente rifilato a misura che viene caricato tramite la culla di carico (Figura 2) Figura 2: Culla di carico coil La culla di carico è dotata di una doppia motorizzazione, una per la traslazione verticale del coil, realizzata con cilindro oleodinamico, e una per il trasporto sull’asse di svolgimento della linea con comando a mezzo di un sistema a pignone e cremagliera azionato da un motoriduttore. Va notato che il motoriduttore che consente lo spostamento longitudinale del coil è calettato direttamente sulle ruote di sostegno. Laminatoio IV° 800
Così facendo il coil verrà posizionato in asse con il mandrino svolgitore e quindi potrà essere inserito in linea. 2.2.2 Doppio aspo svolgitore di pay-off. Il doppio svolgitore di pay-off è costituito da una robusta struttura autoportante realizzata in carpenteria elettrosaldata e normalizzata. Tale struttura presenta opportune boccole per l’alloggiamento dei cuscinetti dei mandrini ad espansione, alesate alle macchine utensili al fine di garantirne la concentricità. I due alberi portanti dei corrispondenti mandrini ad espansione sono realizzati in acciaio speciale 39NiCrMo4 lavorato alle macchine utensili.
I mandrini ad espansione ruotano su cuscinetti radiali volventi a doppia corona di rulli. Essi vengono lubrificati dall’esterno tramite appositi punti di ingrassaggio. L’espansione dei mandrini viene realizzata tramite la movimentazione dei “copponi” a sezione circolare. La loro movimentazione è azionata tramite un sistema meccanico oleodinamico che sfrutta cilindri oleodinamici per inclinare i manovellismi presenti sot


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 634 visite
  • hotFORNO A CAMPANA USATO COILS VERGELLA

    FORNO A CAMPANA FERRÈ USATO PUO ESSERE USATO PER LA RICOTTURA DELL'ACCIAIO PER COILS O PER VERGELLA CARATTERISTICHE ANNO 1980 REVAMPING ANNO 2000 ATMOSFERA PROTETTA N2 temperatura di esercizio da 670° a 710° DIAMETRO INTERNO 2100mm DISEGNI MECCANI ELETTRICI E DEI BRUCIATORI CE


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 2313 visite
  • hotBELL ANNEALING FURNANCE FERRÈ

    Second-hand bell annealing furnaces Mfc.: FERRE’ Built: 1980 Modernisation in 2000 Protective atmosphere : N2 No. of furnaces : 36 No. of base: 108 Base relationship: 1 : 3 Annealing temp.: 670-710 °C dia.: 2100 mm Max. stack height: 3600 mm Electric Drawing: yes mechanical Drawing: yes Combustion Drawing: yes Certification: Allegato V/81 User manual : Available


    MILANO - Lombardia
    Venditore: Industrial Trade Suisse sagl 79 visite